wpe3.jpg (76343 Byte)

(BACK)


IL NOSTRO PARTNER COMMERCIALE:
EDILIO PARODI

Nel gennaio del 2005 mi recai alla ditta Parodi dove avevo un appuntamento con Arturo, uno dei due figli di Edilio Parodi, il fondatore della ditta omonima ed importatore del Subbuteo in Italia negli anni d'oro. Insieme al fratello Giovan Battista, Arturo Parodi è oggi il titolare della ditta, che si occupa oltre che del calcio da tavolo anche della realizzazione di altri lavori (personalizzazione magliette, distribuzione giochi educativi etc.).
Dopo aver cessato per vari motivi la distribuzione in Italia del prodotto
Subbuteo®, la ditta Parodi puntava infatti da diversi anni proprio sul calcio da tavolo, il cui nome è Zeügo®. "Zeügo" è un termine del dialetto genovese che sta letteralmente per "gioco". Zeügo® fino al 2005, nonostante la collaborazione di un sedicente intenditore con Parodi, non aveva avuto successo nell'ambiente degli agonisti e, quando un prodotto non è buono per chi ne è appassionato, ne capisce e lo pratica quotidianamente, difficilmente avrà successo nella sfera più generale dei consumatori. Così in quell'occasione spiegai ad Arturo le deficienze del suo prodotto ed il motivo per cui fino a quel momento non aveva avuto il successo sperato. Arturo capì subito che sapevo quel che dicevo e che ero realmente intenzionato ad aiutarlo a fare un bel prodotto e ci accordammo per una collaborazione.
Così nei mesi successivi all'incontro gli misi a disposizione una base fatta bene, dunque una Profi-Base, e gli indicai quel che era importante nella produzione di un tale, apparentemente semplice, oggetto. In occasione delle fiera del giocattolo di Norimberga di quell'anno diedi diversi campioni di ProfiBase® al produttore cinese della Edilio Parodi snc affinché replicasse la produzione secondo la tecnica ad iniezione nello stampo e non al tornio come solitamente faccio io. La prima tecnica infatti è adatta a produrre un grande numero di pezzi tutti uguali al campione scelto (che si usa per fare lo stampo) ed è quindi la tecnica usata a livello commerciale; la seconda invece è indicata di più alla produzione di un relativamente piccolo numero di pezzi, che quindi si possono anche essere prodotti in forme e dimensioni diverse, ed è adatta alla produzione per l'ambito agonistico.
Dopo la fiera (febbraio 2005) fu avviata in Cina la creazione dello stampo e la produzione dei prototipi. Il primo mi arrivò nel luglio di quell'anno. Naturalmente lo testai subito. Mi accorsi immediatamente che era una base ottima per dei bambini e principianti, in quanto alzava molto facilmente la pallina. L'aggancio anche era accettabile, anche se una rondella leggermente più piccola avrebbe potuto ulteriormente migliorare tale prestazione senza andare a scapito del pallonetto, anzi addirittura migliorandolo un poco. Solo il giro risultava leggermente più difficile rispetto all'originale che avevo dato, perché i cinesi avevo fatto il muretto troppo alto e posizionato troppo verso il basso, così restava poco spazio per mettere l'unghia sotto la base ed imprimervi il movimento a piroetta. Però, pensai, occorre avere i bambini come riferimento, perché è a loro che si vuole vendere
Zeügo® per far rinascere i gioco, ed essi hanno dita piccole e quindi, se vogliono, le mettono sotto la base per girare anche in uno spazio proibitivo per un adulto. Così decisi di valutare la base in modo ampiamente positivo e di non chiedere ai cinesi di raggiungere la perfezione, perché avevo paura che cercando questa, avrebbero potuto creare una base peggiore del protootipo e poi in modo irreversibile.
Confermai dunque il prototipo e la prima produzione di squadre Zeügo® con basi disegnate da me arrivò dalla Cina a fine marzo. Il successo da quel momento è stato enorme e, cosa importantissima, non solo nei negozi ma anche nell'ambito degli agonisti principianti, i quali volentieri iniziamo la loro carriera "calciotavolistica" con
Zeügo®. Naturalmente poi, arrivati ad un certo livello, subentra il discorso della base individuale e quindi c'è bisogno della base prodotta secondo varie misure al tornio. Ma Zeügo® copre una fascia ampia del mercato, quella di chi vuole iniziare a giocare a calcio da tavolo spendendo pochi soldi ed avendo già un prodotto buono.
Grazie al perfezionamento della base di
Zeügo® lo stesso prodotto ed il calcio da tavolo in sé stanno vivendo oggi ( è proprio storia dei nostri giorni, questa!) una seconda giovinezza. Questo era del resto lo scopo di quel lungo colloquio tra Arturo Parodi e me nel gennaio 2005: far rinascere il gioco tra i bambini e giovanissimi, magari con l'aiuto dei papà che hanno giocato all'epoca al subbuteo ed oggi desiderano trasmettere ai figli la propria passione di una volta (niente di più affascinante, bello e sano!).
Un Campionato Giovanile Zeügo® riservato alla categorie U-12 ed U-15, inserito nel programma sportivo della Federazione Italiana Sport Calcio Tavolo (il cosiddetto Campionato Primavera, vedi www.fisct.it) ha accompagnato la diffusione di Zeügo® a partire dal gennaio 2007. Tutto come una volta, quando il Guerin Sportivo e le varie manifestazioni, organizzate dalla Famiglia Parodi, ci facevano sognare. Oggi il sogno può essere rivissuto, per alcuni di noi attraverso i nostri figli, il che lo renderà ancora più bello: la leggenda continua.